La promozione in Eccellenza

L’ANNO DELLA RINASCITA: ARRIVA L’ECCELLENZA

Mesagne 2006/07; da sx: Rini, Caraccio, Chionna, Scazzi, Attanasi, Fraticelli, Coppola, Pica, Carlucci, Testa, Di Giorgio

Quest’anno l’allenatore è Gioacchino Marangio, dopo la rinuncia di Marco Sciarra. Il pres. Todisco allestisce un ottima squadra con i preziosi consigli del D.S. Maurizio Flore. Arrivano Tramacere e Morleo che a novembre, attratti dagli euro di De Masi presidente della V.Casarano, abbandonano il Mesagne targato ancora Medania Mesagne. Va via anche il portiere Petranca che lascia il Mesagne dopo 2 gare, con destinazione Maglie, e sostituito dal portiere Mesagnese Antonio Coppola inizialmente a Novoli. Abbandonano anche Scolozzi e Federico Morleo, che vanno via da Mesagne per accasarsi al Manduria, insieme a Summa che lascia per problemi fisici. Arrivano Allegrini, Caraccio dal Veglie, Carlucci e Solimeno dallo Squinzano, Disantantonio (giocatore estroso) e il bomber Fabio Pica autore di 18 reti. L’obbiettivo stagionale è un piazzamento ai play-off. Invece con il passare delle domeniche, il Mesagne, già in testa alla classifica dalla 1° giornata, si dimostra una squadra tosta, compatta e con grande spirito di gruppo, come del resto tutte le squadre allenate dal mister Gioacchino Marangio. La squadra prende pochi goal e vince quasi sempre in trasferta. Dopo una lunga lotta e colpi di scena con il Casarano, il Mesagne vince il campionato con 3 punti di vantaggio proprio sul Casarano. Cosi la squadra del pres. Todisco approda per la 1° volta in eccellenza, trascinata anche da un’intera città e da i suoi calorosissimi tifosi che hanno sempre seguito in numerosi la squadra. Finisce una stagione esaltante, dove nessuno poteva immaginare un simile risultato. Ma in realtà il Mesagne ha vinto il campionato quando sembrava veramente impossibile, e cioè dopo la partita di Brindisi (campo neutro) contro il Casarano persa per 3-1 e con i rossoazzurri che si avvicinano di 1 solo punto. Ma da quel momento i giallo-bleu reagirono fortemente vincendo le ultime 5 partite senza subire goal.
In questa stagione si ha anche il record come miglior difesa del campionato con soli 15 goal subiti; è un record che nessuno, in tutti i campionati dilettantistici Pugliesi, riuscirà a raggiungere. Questo grazie sopratutto alla coppia centrale formata dal Mesagnese Fabio Attanasi e dal gradito ritorno di Francesco Fraticelli, all’età di 38 anni. Sono stati due colonne della difesa  coadiuvata dai terzini under Scazzi e Leuzzi. Hanno fatto parte della rosa anche Dipientrangelo, Marseglia, Convertino proveniente dal San Vito, Aurelio e Severini, Santoro, Piero Caputo, Testa, Marini, Rini, Muri, Chionna, Minelli frenato sul finire della stagione da un infortunio alla caviglia e Denisi portiere under con 4 presenze.  Una squadra che ha saputo soprattutto mantenere sempre la massima correttezza e un grande senso dello sport anche nei momenti più difficili della stagione.
Il calcio mesagnese
ritorna quindi, dopo questa stagione, nel calcio che conta dopo decenni di buio pesto con da cornice il glorioso Via Sasso riempito come i vecchi tempi. e nuovamente vestito a festa.

ROSA MESAGNE 2006/07:
Portieri: Antonio Coppola, Giuseppe Denisi, Andrea Tasso.
Difensori: Francesco Fraticelli, Fabio Attanasi, Andrea Di Giorgio, Andrea Leuzzi, Stefano Scazzi.
Centrocampisti: Nico Allegrini, Marco Solimeno, Gennaro Testa, Giuseppe Dipietrangelo, Saverio Marini, Matteo Chionna, Mimmo Carlucci, Fabio Di Santantonio, Piero Caputo.
Attaccanti: Fabio Pica, Massimiliano Santoro, David Caraccio, Angelo Convertino, Giancarlo Rini, Simone Vinci, Francesco Minelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*